Macchie

23 dicembre 2010

.

.

.

Macchie

.

il tuo viso è una macchia di colore
confuso tra le macchie, sei senza volto,
inquieto sogno, scena di un incubo leggero,
ti muovi sulle foglie accartocciate
come un automa silvano, e io nascosto
mi pizzico con forza e mi ripeto
che la realtà non è così confusa
come questo profilo cancellato
dalla scelta del caso, che tu ci sei, che sei
capace ancora di uno sguardo definito,
di un moto del pensiero, in cui mi vedi

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.
(2008)

Annunci

2 Risposte to “Macchie”

  1. CETTINA said

    … e io nascosto
    mi pizzico con forza e mi ripeto
    che la realtà non è così confusa
    come questo profilo cancellato
    dalla scelta del caso,

    Quando la poesia diventa immagine, tatto, sensazione
    intima del comune sentire.
    Cettina

  2. sulle foglie accartocciate ti lascio cari auguri di un anno pieno di parole e poesia
    gioia e salute
    un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: