Afasia

12 ottobre 2012

.

.

.

.

Afasia


poiché non ci sono più parole a raccontare come
si dispongono le pulsazioni sopra il palcoscenico
coatto del cuore, voce cui non viene data forma,
visione non nominabile, un destino di emozione
intimamente taciuta, poiché non è esprimibile
l’articolazione fine del tuo discorso del cuore,
del dibattersi del cuore, il senso determinato
dell’azzuffarsi del muscolo nella stretta finale
quando le cose aggrediscono e non si sa come fare
e neanche più le parole ci riescono a districare
dall’improvviso groviglio che d’improvviso fa male

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.
(2012)

Annunci

3 Risposte to “Afasia”

  1. …improvviso groviglio che d’improvviso fa male….

  2. molto bene… il groviglio la rete in cui ci siao imbrigliati… vediamo ora di liberarcene

  3. … il muscolo! Detto di lui, del signore dei sentimenti ! Il contrasto con la materialità! L’idea forse di volerlo ridurre a poco, proprio per imporgli di fare meno danno. Cosa che poi, appunto non riesce (fa male, infatti, lo stronzo!).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: