Replay: Sempre caro

21 gennaio 2014

.

.

.

Sempre caro

.

sempre caro mi sarebbe il destino
di perdermi nel mare delle Marche
se non fuggisse il tempo nel groviglio
dell’estate di dentro – tutto il tempo
che s’inalvea costante nel respiro
del quotidiano premere – nell’attimo
che improvviso smarrisce – nella siepe
che mi conforta e contiene la vita
di tutto l’anno – grave e attorcigliata
in questo filo di giorni – e il contemplare
è l’avventura in cui si schiude il senso
del futuro e dell’attimo che brucia

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

(2009)

2 Risposte to “Replay: Sempre caro”

  1. Bello anche come ci dcii quanto preme, imprescindibile, Leopardi a chi viaggia per le nostre terre.
    E il suo mare che, poi, è sempre lontano e interiore, mai umido e nostrum.

  2. L’infinito di Leopardi risuona
    in questa contemplazione del tempo
    che si scioglie nel respiro di un attimo…

    splendida🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: