Replay: Senza

23 dicembre 2014

.

.

.

.

Senza

.

non so nemmeno pensare
più che cosa ti farei
se tu fossi il consenziente
oggetto delle mie voglie
perché saranno le voglie
le voglie stesse che si
sono dissolte tra noi
oppure è solo stanchezza
seguita a tanto pensare
senza mai potere agire
perché anche la delusione
si conquista le sue terre
grigie, i suoi palazzi vuoti,
pallide facciate senza
corpo, senza carne, senza
nessun futuro d’amore

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.
(2011)

3 Risposte to “Replay: Senza”

  1. cristiana fischer said

    dimmi se sbaglio: c’è un vago tono di minaccia in quel ‘non so pensare cosa ti farei’… quindi si capisce bene perché qualcuno se la dia a gambe…
    sono scherzosa, ma dimmi tu se l’inizio non è minaccioso…

  2. Le parole parlano comunque per conto loro, per cui, se lo percepisci, quel tono di minaccia magari c’è. Però, nella mente del poeta, quando questi versi furono scritti, c’era proprio il contrario; o, perlomeno, la minaccia c’era, ma di qualcosa di perdutamente, impossibilmente, positivo.

  3. cristiana fischer said

    ne sono sicura, per questo ho scherzato un po’ … buone feste

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: