Feroce

28 agosto 2015

.

.

.

.

Feroce


le foreste della notte ci hanno travolti del tutto
bruciando brillando siamo quelli che vanno a sognare
senza gravi simmetrie e senza lance di lacrime

senza torcere le viscere di nessun cuore violento
di nessun cuore violato quando il tuo cuore ha iniziato
a battere quale trucida mano quale terribile
piede quale mia illusione di passione perfezione
di morte di imperscrutabile splendore quale altra

vicissitudine estrema può richiamarci al modello
arcaico astruso, feroce

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.
(2015)

4 Risposte to “Feroce”

  1. cristiana fischer said

    molto interessante, i versi alessandrini (e martellanti), le ripetizioni, sostengono il tema e creano un’atmosfera arcaica astrusa feroce

    • Grazie Cristiana dell’apprezzamento. Solo un appunto: i versi non sono alessandrini (doppi settenari con cesura obbligata), bensì una sorta di doppi ottosillabi senza cesura obbligata (insomma, può esserci o non esserci). Non è un verso di tradizione italiana, e ha un effetto metrico piuttosto diverso dall’alessandrino, anche se lo può ricordare quando, come in questo caso, la cesura centrale è frequente. Scusa la pignoleria, ma per me è un dettaglio importante.

      • cristiana fischer said

        giusto, se per te è importante, ma ci sono i doppi emistichi e la partizione, in un andamento… “a falange” (ho infatti giocato con l’attributo “martellante”) .-)

      • Sì sì, è così: martellanti anche se non “martelliani”!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: